fbpx

CARLO ROMITI

CARLO ROMITI  PAINTING

Italian artist Carlo Romiti, was born in Castelfiorentino and graduated from the Accademia di Belle Arti in Florence. Since 1987 he’s director of a theatre workshop at the Visual Arts Centre in Certaldo, he has also collaborated in the publication of texts and arts research at the Facoltà di Magistero at the University of Florence, and also teaches painting techniques for the Educational Departments of the Uffizi and at the Museum of Prehistory in Florence.

He lives in the countryside between San Gimignano and Volterra where the local ‘terra’ (soil) provides the material behind his striking contemporary artworks. The painting begins at the very moment in which he scrapes an embankment and, with his hand, collects the first handfuls of earth. Sometimes it is the earth itself, or a different shade of it, that suggests the work, in an alternation of priorities between subject and color. The raw earth, well dried, ground by hand in stone mortars, sieved and sometimes ground again, is mixed with water, egg or various glues, but also with linseed oil depending on the supports used. The earth treated in this way doesn’t need final varnishes since it has and must maintain its own luminosity.

And it is always in the primeval heart of Tuscan nature that the artist finds also the subjects to portray: lands, seascapes, woods, and their animal inhabitants. Romiti escapes from civilization to enter a kingdom that precedes and infuses it: the homogeneous one of nature, in which man is animal, the animal mixes with the earth, the earth fades into vegetation and vegetation plunges into the water, in an indistinct whole that speaks of our origins.

 


Carlo Romiti è nato nel 1953 a Castelfiorentino (Fi), si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Dal 1987 dirige il Laboratorio Teatrale del Centro Arti Visive del Comune di Certaldo (Fi). Ha collaborato con un gruppo di ricerca sulle attività espressive della Facoltà di Magistero dell’Università di Firenze per la realizzazione di testi didattici. Tiene corsi sulle tecniche pittoriche per la Sezione Didattica degli Uffizi e al Museo di Preistoria di Firenze. Conduce una ricerca pittorica sulla cromaticità delle terre del luogo dove vive: caratteristica peculiare delle sue opere.

Romiti vive nella campagna tra San Gimignano e Volterra, dove la “terra” locale fornisce il materiale per le sue straordinarie opere contemporanee. La pittura ha inizio nel momento stesso in cui raschia un argine e, con la mano, raccoglie le prime manciate di terra. Talvolta è la terra stessa, o una sua diversa tonalità, a suggerire l’opera, in un alternarsi di priorità tra soggetto e colore La terra grezza, ben asciugata, macinata a mano in mortai di pietra, setacciata e talvolta macinata ancora, viene mescolata con acqua, uovo o collanti vari, ma anche con olio di lino a seconda dei supporti usati. La terra così trattata non ha bisogno di vernici finali poiché essa possiede e deve mantenere la sua propria luminosità.

Ed è sempre nel cuore primigenio della natura toscana che l’artista trova anche i soggetti da ritrarre: terre, marine, boschi, e i loro abitanti animali. Romiti si sottrae alla civiltà per addentrarsi in un regno che la precede e la infonde: quello omogeneo della natura, nel quale l’uomo è animale, l’animale si mescola alla terra, la terra sfuma nella vegetazione e la vegetazione s’immerge nell’acqua, in un tutto indistinto che parla delle nostre origini.

 

Carlo Romiti I An endless dialogue with his earths and territory.

Painting by its nature is a mental gesture. The tension towards beauty and its exploration through the artwork are expressed by a gesture subordinated to the dictates of the mind, capable of intuiting the physiognomy of a place. The hand acts as an extension of creative thinking by means of the raw earth.

Carlo Romiti I Un continuo dialogo con le sue terre.

La pittura per sua natura è un gesto mentale. La tensione verso la bellezza e la sua esplorazione mediante l’opera si esplicano grazie ad una gestualità subordinata ai dettami della mente, capace di intuire la fisionomia di un luogo. La mano agisce come estensione del pensiero creativo per mezzo della terra grezza.

 

 

 

For details about artist and available artworks send us a request: